Crea sito
Categorie

BOOKS

0

* MUMBLE RUMBLE NEL LIBRO “CACHEMIR ET LE MEILLEUR DU ROCK FÉMININ”

Le livre de Michel Allou “Cachemir et le meilleur du rock féminin” (Edilivre éditions) célèbre le talent des groupes formés par des femmes, du rock indépendant en passant par le punk, le hard, le pop, l’indie et même le glam rock, sans oublier le post rock et d’autres genres plus marginaux. Ce mélomane passionné constitue une liste quasi exhaustive d’une catégorie trop méconnue de l’histoire de la musique. Classés par ordre alphabétiques, les portraits des musiciennes passent en revue les grandes étapes de leur carrière et s’accompagnent d’illustrations des pochettes de disques. Souvent dénigrées par la critique, victimes de discrimination, voire même de persécutions comme au Cachemire, la popularité de ces artistes demeure injustement sujette à caution alors qu’elles méritent qu’on s’y intéresse.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0

* INTERVISTA SULL’E-BOOK “IL ROCK È MORTO?”

E’ uscito l’eBook “Il rock è morto?” di Luca Paisiello (RockShock edizioni) che ha intervistato artisti che ancora oggi salgono sul palco ad intrattenere il proprio pubblico, tra cui le MUMBLE RUMBLE.

Il rock italiano è morto? E’ la domanda più odiata che si sentono rivolgere i musicisti quando vengono intervistati e che molti appassionati di musica discutono tra loro. Perché viviamo in un momento storico in cui il rock sta soffrendo una certa impopolarità e sembra abbia ormai ben poco da dire, sebbene cerchi di evolversi accettando duri compromessi per stare al passo con i tempi.

Il libro mette in luce lo stato dell’attuale scena rock del nostro Paese raccontato da musicisti, giornalisti, etichette discografiche, agenzie di stampa, promoter, organizzatori di festival.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0

* MUMBLE RUMBLE NEL LIBRO “STORIE DI UN’ASPIRANTE ROCKSTAR”

storie-aspirante-rockstarE’ uscito il libro “Storie di un’aspirante rockstar”
di Cosimo Mauro (Pendragon edizioni).

Gli anni Settanta in una cittadina pugliese, con improbabili concerti punk sotto olivi secolari; gli anni Ottanta al Dams e nelle cantine di Bologna, dove nascevano movimenti giovanili e nuove tendenze; gli anni Novanta fra i palchi di Arezzo Wave e Montreux, fra la scena rock e quella trip hop: questo lo scenario delle Storie di un’aspirante rockstar. Storie che ci raccontano l’età d’oro della musica e un successo sfiorato, mai raggiunto ma sempre cercato, a scapito di tutto. Storie nelle quali potrete sentire «il vociare delle piazze gremite di studenti, il freddo dei portici di Bologna d’inverno, il tanfo delle sale prove, le linee di basso o i riff di chitarra che girano in testa per giorni interi, l’emozione di salire sul palco, il peso degli amplificatori da scaricare, le urla, il sudore, le sbronze, gli abbracci forti tra amici fraterni». Un racconto avvincente e rocambolesco, a tratti malinconico: perché così sono stati quegli anni, come dice Grazia Verasani nella prefazione: «alcolici, liberatori, a volte deludenti… ma sempre e comunque dalla parte dei sogni».

 

  •  
  • 29
  •  
  •  
  •  
0

* MUMBLE RUMBLE NEL LIBRO “I MEI VENT’ANNI”

Il 28 gennaio 2015 è uscito in tutte le librerie il libro “I MEI vent’anni – Il Meeting delle Etichette Indipendenti 1994-2014” a cura di Giordano Sangiorgi e Daniele Paletta (Volo Libero edizioni). Il libro racconta il MEI, da vent’anni la più importante manifestazione dedicata alla nuova scena musicale indipendente italiana, la sua storia e il contributo di quanti hanno partecipato alla sua realizzazione.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0

* MUMBLE RUMBLE NEL LIBRO “LARGO ALL’AVANGUARDIA”

La straordinaria storia di 50 anni di musica rock a Bologna scritta da Gianni Gherardi, Lucio Mazzi, Pierfrancesco Pacoda, Michele Pompei, Andrea Tinti e Angela Zocco, a cura di Oderso Rubini (Sonic Press edizioni).

 

 

 

 

 

 

  •  
  • 4
  •  
  •  
  •  
0

* PRESENTAZIONI DEL LIBRO “LE RAGAZZE DEL ROCK”

Le Mumble Rumble verranno intervistate durante le presentazioni bolognesi del libro “Le ragazze del rock” di Jessica Dainese.
Questi gli appuntamenti:
– 27 gennaio @ “Atlantide” (ore 18)
– 23 febbraio @ “Aula magna Santa Cristina” (ore 18)

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0

* MUMBLE RUMBLE NEL LIBRO “LE RAGAZZE DEL ROCK”

E’ uscito il libro “Le ragazze del rock” di Jessica Dainese (Sonic Press edizioni).

Per la prima volta viene raccontata in un libro la storia del rock femminile italiano. Dai primi complessi beat di donne degli anni ‘60, attraverso il punk, la scena Riot Grrrl, fino al rock di oggi: Racconti di donne che hanno fatto o stanno facendo la storia del rock femminile in Italia…

E’ ancora una volta il punk a stimolare la nascita delle prime all-female bands e sebbene quasi nessuna di esse (Clito, Antigenesi, Raf Punk, Remote Control) abbia inciso dischi, hanno avuto un ruolo fondamentale. Sono, per dirla con le parole di Helena Velena in Lumi di punk, le donne genetiche all’inizio della storia… Hanno ispirato altre donne a salire sul palco, e hanno messo in discussione l’egemonia maschile negli ambienti della controcultura.

Il secondo periodo, quello che va dagli anni 90 alla fine del secolo, è caratterizzato all’estero da una comunicazione che si sofferma più sull’aspetto ‘modaiolo’ che sui contenuti musicali (HIPS, LIPS, TITS, POWER il titolo di un articolo apparso su Q nel ’94), ma vede parallelamente la crescita di un movimento RIOT GRRRL italiano, autonomo per la qualità dei progetti e la determinazione nel realizzarli (Motorama, Mumble Rumble, Le Bambine Cattive, My Sisterical,…)

Oggi non è più un problema di genere: sono tante e sono brave, parlano di temi sociali e femminili, suonano sempre meglio anche strumenti tipicamente ‘maschili’ come la batteria o la chitarra, ed hanno quell’energia e quella sfrontatezza che i maschi, fin troppo impegnati a osservare se stessi, ormai non hanno quasi più…

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
0

* MUMBLE RUMBLE NEL LIBRO “BERRETTA ROSSA”

E’ uscito “Berretta rossa”, il libro scritto da Valerio Monteventi e Serafino d’Onofrio (Pendragon edizioni).

“Berretta rossa” è il copricapo dei birocciai che trasportavano barbabietole e ghiaia con il loro carretto, ma anche il nome di una via nel quartiere Santa Viola di Bologna, nonché quello del primo centro sociale occupato in città. Mescolando realtà e finzione e affidandosi alla propria memoria storica gli autori ripercorrono quasi quarant’anni di antagonismo bolognese. Dal Berretta rossa degli anni 1975-76, alle più recenti vicende di Isola nel Kantiere, Tpo, Livello 57, i centri sociali bolognesi sono stati laboratori di politica e cultura, fucine di lotte e di forme alternative di svago, ma anche, in primo luogo, aggregazioni di individui che hanno deciso di aderire a un comune insieme di valori. Una storia di ribellione e creatività, segnata da occupazioni, sgomberi, scontri e contestazioni.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •